30 migliori alimenti anti-infiammatori



L'infiammazione funziona un po 'come gli appassionati di sport nella partita di campionato della loro squadra. Un minuto stanno facendo il tifo lungo le tribune, ma una volta che l'ultimo cicalino si spegne per indicare la loro vittoria, stanno allagando la corte in un'ondata inarrestabile, poi facendo esplodere le auto mentre si scagliano per le strade.

E proprio come un movimento innocuo può mongolfiera in uno con risultati disastrosi e pericolosi, le intenzioni di guarigione dell'infiammazione possono anche sfuggire di mano e alla fine tradursi nella conseguenza minacciosa di malattia e aumento di peso. L'infiammazione fa parte della risposta immunitaria del corpo. Allerta il tuo corpo a una ferita o una ferita, come quando la caviglia inizierà a pulsare e si gonfierà dopo una distorsione, in modo che il tuo sistema immunitario possa risolverlo. Tuttavia, non sono solo le lesioni esterne che causano l'infiammazione. Cose come la mancanza di sonno, lo stress eccessivo, la genetica e - cosa potrebbe essere la peggiore di tutte - la dieta sbagliata possono tutti contribuire all'infiammazione.

Con "dieta sbagliata", stiamo parlando della tipica dieta americana che è piena di cibi che inducono infiammazione. Pensa: cibi fritti, farine e zuccheri raffinati, prodotti animali carichi di ormoni e antibiotici, dolcificanti sintetici e additivi alimentari artificiali. Quindi, se stai costantemente noshing su questi elementi, il tuo corpo inizierà a passare a uno stato di infiammazione cronica. Questa dieta infiammatoria ad alta energia crea il grasso della pancia, riduce i livelli di probiotici sani, induce aumento di peso, provoca dolori articolari, gonfiore e affaticamento ed è stata collegata a una serie di malattie, dal diabete all'obesità alle malattie cardiache e cancro. E peggiora: una volta che si ottiene il grasso della pancia, proprio come un vulcano attivo, può iniziare a vomitare sostanze pericolose attraverso una condizione chiamata "intestino che perde". Questi biochimici, noti collettivamente come adipochine, includono molti prodotti chimici pro-infiammatori che continueranno per peggiorare l'infiammazione, mandandoti in una spirale verso il basso che allarga la vita.

Quindi, se hai faticato a perdere peso, e hai continuato a mangiare gli stessi alimenti (sì, anche se ne stai mangiando meno), è tempo di cambiare. E la scienza ha una risposta per te. I ricercatori stanno dimostrando di volta in volta che adattarsi a determinati alimenti nella vostra dieta può essere tutto ciò che è necessario per contrastare gli effetti dell'aumento di peso perpetuato dall'infiammazione. Questi cibi curativi attaccano l'infiammazione aumentando la concentrazione di batteri benefici nell'intestino, disattivando i geni infiammatori e diminuendo i livelli di biomarker pro-infiammatori, molti dei quali bruceranno il grasso nel processo. Adatta questi alimenti alla tua dieta e sarai sulla strada per un più snello, più felice di te. E per far cadere ancora più chili, prendi il grasso della pancia sotto controllo con questi 30 alimenti Best-Ever e brucia grassi.

mirtilli

Uno studio sul Journal of Nutrition ha mostrato che mangiare quotidianamente le bacche potrebbe ridurre significativamente l'infiammazione. E un altro studio nella stessa rivista ha scoperto che le bevande a base di frutta potrebbero neutralizzare gli effetti infiammatori dei pasti ricchi di grassi e ad alto contenuto di carboidrati. Perché è esattamente questo? Le bacche contengono una classe di antiossidanti chiamati flavonoidi, ma sono gli antociani, in particolare, che contribuiscono con i loro effetti anti-infiammatori, eliminando efficacemente i geni infiammatori e immunitari. E quando si tratta di antociani, i mirtilli sono re. Inoltre, i mirtilli sono ricchi di vitamina C e di un altro polifenolo, resveratrolo, che hanno entrambi dimostrato di promuovere risposte antinfiammatorie attraverso la diminuzione dei radicali liberi infiammatori.

Avena cruda

Metti insieme un barattolo di avena per la notte pieno di cioccolato fondente, frutti di bosco, noci e un pizzico di cannella, e combatterai l'infiammazione e ridurrai drasticamente il grasso della pancia. L'avena cruda è un amido resistente, un tipo di carboidrati che passa attraverso l'intestino non digerito. Invece di darti da mangiare, nutre i tuoi batteri intestinali sani, che a loro volta producono un acido grasso che incoraggia un'ossidazione dei grassi più efficiente nota come butirrato. Livelli più elevati di butirrato riducono l'infiammazione nel corpo e aiutano a ridurre anche la resistenza all'insulina. Meno infiammazioni significano meno gonfiore e una più snella.

Zenzero

I ricercatori attribuiscono i benefici per la salute dello zenzero ai gingeroli, composti antiossidanti, anti-infiammatori, antibatterici e anti-malattia. Secondo numerosi studi, questi composti bloccano diversi geni ed enzimi nel corpo che promuovono l'infiammazione. Quando i ricercatori dell'Università dell'Arizona hanno dato ai ratti l'artrite reumatoide sperimentale un estratto di zenzero grezzo, che comprendeva gli oli essenziali e altri composti trovati solo nella radice stessa, era in grado di inibire il gonfiore e l'infiammazione delle articolazioni. Lo zenzero fresco è il più ricco di gingerolo, quindi grattugia la radice, gettala in una borsa a rete, ripida e sorseggia il tè allo zenzero.

Tè verde

Saluta il tuo strumento segreto per la perdita di peso. Il tè verde, una bevanda umile che è stata amata per secoli come un miracolo della salute ed è anche la pietra angolare del best - seller The 7-Day Flat-Belly Tea Cleanse . Questi benefici derivano dalle catechine, il gruppo di antiossidanti concentrato nelle foglie delle piante del tè. E la più potente di tutte le catechine, un composto chiamato epigallocatechina gallato, o EGCG, si trova quasi esclusivamente nel tè verde. Studi scientifici, come quello del Journal of Advanced Pharmaceutical Technology & Research, suggeriscono che l'alto contenuto di EGCG e di polifenoli nel tè verde lo rendono un elisir antiinfiammatorio più forte di altri tè come il tè nero. Queste proprietà antinfiammatorie sono state anche implicate nel prevenire lo sviluppo e la crescita dei tumori della pelle.

Cioccolato fondente

Grandi notizie per tutti voi chocoholics! Uno studio recente ha scoperto che gli antiossidanti nel cacao impedivano ai topi di laboratorio di guadagnare peso in eccesso e abbassavano effettivamente i loro livelli di zucchero nel sangue. E un altro studio della Louisiana State University ha scoperto che i microbi intestinali nel nostro stomaco fermentano il cioccolato in composti anti-infiammatori sani al cuore che bloccano i geni legati alla resistenza all'insulina e all'infiammazione. Per migliorare gli effetti, prova ad abbinare il cioccolato con alcune fette di mela: il frutto accelera il processo di fermentazione probiotica, portando ad una riduzione ancora maggiore dell'infiammazione e del peso. Psst, assicurati di scegliere il tipo giusto! Cerca il contenuto di cacao pari o superiore al 70 percento perché contiene le quantità più elevate di antiossidanti.

Salmone selvatico

Quando si tratta di grassi, c'è una varietà che sicuramente non vuoi mangiare meno: omega-3! Questi grassi sani sono famosi per le loro proprietà anti-infiammatorie. E i pesci grassi sono una delle migliori fonti di questa classe di grassi polinsaturi. Il salmone selvaggio ti fornisce sia EPA che DHA. E a differenza degli omega-3 vegetali, questi due acidi grassi sono già in una forma attiva, il che significa che attaccheranno più efficacemente l'infiammazione eccessiva attraverso l'aumento di adiponectina, un ormone che aumenta la capacità dei muscoli di usare carboidrati per produrre energia, stimola il metabolismo, e brucia grassi, che alla fine riducono i marcatori di infiammazione.

Peperoni rossi

I peperoni sono un superfood antinfiammatorio, ma diventano rossi per ottenere i maggiori benefici. Tra i tre colori di peperone, il rosso ha la più alta quantità di vitamina C per la riduzione dell'infiammazione-biomarker insieme ai bioflavonoidi beta-carotene, quercetina e luteolina, secondo una ricerca del Journal of Food Science . La luteolina è stata trovata per neutralizzare i radicali liberi e ridurre l'infiammazione. Il beta-carotene è un carotenoide, composti liposolubili associati a una riduzione di una vasta gamma di tumori, oltre a una riduzione del rischio e della gravità delle condizioni infiammatorie come l'asma e l'artrite reumatoide. E la ricerca sulle allergie ha dimostrato che la quercetina agisce come uno stabilizzatore di mastociti, che diminuisce il numero di cellule che reagiscono a un allergene. I mastociti sono responsabili del rilascio di istamina durante reazioni infiammatorie e allergiche.

Curcuma

Puoi ringraziare la curcumina per il colore magnificamente brillante, giallo-arancio della curcuma, ma non è tutto ciò che serve. Questo composto attivo è stato trovato per contenere potenti proprietà anti-infiammatorie e antiossidanti. Gli studi hanno dimostrato che la curcumina inibisce direttamente l'attivazione di percorsi infiammatori bloccando la produzione di due enzimi pro-infiammatori, COX-2 e 5-LOX. Per questo motivo, la curcumina è stata implicata in una serie di effetti benefici sulla salute, dalla prevenzione del declino cognitivo, danni al fegato e malattie cardiache, mentre allevia l'infiammazione articolare e il dolore associato all'artrite.

Barbabietole

Oltre ad essere una fonte di molte sostanze fitochimiche, tra cui l'acido ascorbico, i carotenoidi e i flavonoidi, le barbabietole sono una fonte unica di pigmenti a base di betalina, che hanno dimostrato di possedere attività antiossidante, anti-infiammatoria e chemiopreventiva. Uno di questi pigmenti, la betaina, è un nutriente che non solo combatte l'infiammazione, ma è anche noto per rivitalizzare il metabolismo, influenza positivamente il meccanismo di insulino-resistenza, potenzia il tuo umore e blocca i geni che favoriscono il grasso. Una recensione nella rivista Nutrients ha associato l'assunzione di barbabietole con livelli più bassi di marcatori infiammatori, tra cui la CRP e l'interleuchina-6 e il fattore di necrosi tumorale, che sono rilasciati dal grasso della pancia dannoso, nonché una diminuzione del rischio di accumulo di placca, alta pressione arteriosa e diabete di tipo 2.

broccoli

Questo beneficio antinfiammatorio potrebbe essere collegato al contenuto di glucosinolato dei germogli. Questi composti aiutano a prevenire l'infiammazione indesiderata quando vengono convertiti in I3C, un composto che la ricerca ha dimostrato di ridurre la produzione di mediatori pro-infiammatori a livello genetico. È anche ricco di vitamina K, una vitamina presente in molte verdure a foglia verde e crocifere, che può aiutare a regolare le risposte infiammatorie nel corpo. Basta non farlo su crudo se hai un'allergia ai pollini! Scopri perché nel nostro rapporto esclusivo: Mangia questo, non quello! Combattere le allergie primaverili!

Fagioli neri

Simile a avena cruda, fagioli neri e la maggior parte degli altri legumi racchiudono un forte pugno di amido resistente, fornendo la fonte di carburante per far sì che gli insetti intestinali sani possano fermentare nell'infiammazione riducendo il butirrato di acido grasso. Una mezza tazza di fagioli neri non solo confeziona 3, 1 grammi di amido resistente, ma trasporta anche quasi 20 grammi di proteine ​​e 14 grammi di fibra di riempimento, trasformando i fagioli neri in una deliziosa tripla minaccia di grasso. Non solo, ma i fagioli neri sono ricchi di antociani, antiossidanti che sono anche stati associati con l'abbassamento dell'infiammazione. Secondo un recente studio sulla rivista Nutrients, quando i pazienti con sindrome metabolica consumavano un pasto con fagioli neri, i loro livelli di insulina postprandiale (cioè quelli misurati subito dopo un pasto) erano più bassi e la concentrazione di antiossidanti superiore ai soggetti che mangiavano un pasto con un quantità simile di fibra o quantità simile di antiossidanti. Alti livelli di glucosio e insulina postprandiale sono stati implicati negli aumenti dell'infiammazione e dello stress ossidativo, rendendo i fagioli neri un potente combattente per l'infiammazione della dieta occidentale.

Olio extravergine d'oliva

Aggiungi l'infiammazione da combattimento all'elenco dei benefici della dieta mediterranea, proprio accanto alla riduzione del rischio di malattie cardiovascolari e alla perdita di peso. Mentre inizialmente i ricercatori ritenevano che molti benefici fossero conferiti dalla presenza di grassi monoinsaturi sani, hanno anche scoperto che altri oli con i MUFA, in particolare l'acido oleico, non mostravano gli stessi benefici per la salute. Ora, i ricercatori hanno scoperto che la componente chiave è oleocantale. Questo composto, che si trova solo negli oli extra vergini di oliva (in quanto non raffinati e contiene più composti fenolici), ha un impatto significativo sull'infiammazione e aiuta a ridurre il danno articolare della cartilagine, lavorando in modo simile all'ibuprofene in quanto previene la produzione di COX proinfiammatoria -1 e enzimi COX-2.

Pomodori

I pomodori sono una grande fonte di licopene, un antiossidante che protegge il cervello e combatte l'infiammazione causata dalla depressione. Dato che il licopene vive nelle bucce di pomodoro, otterrai più cose se butti una manciata di pomodori ciliegia nella tua prossima insalata invece di affettare un pomodoro intero. E se non sei un fan della crostata, pomodori crudi, non sudare; La ricerca ha dimostrato che i pomodori trasformati hanno una quantità ancora maggiore di licopene rispetto a quelli freschi. Qualunque sia la vostra scelta, gustateli con un po 'di olio d'oliva, che ha dimostrato di aumentare l'assorbimento del licopene liposolubile.

Semi di Chia

Con 9 grammi di grassi salutari (compresi gli omega-3 ALA che contrastano l'infiammazione) oltre a 11 grammi di fibra e 4 grammi di proteine ​​per oncia, i semi di chia possono stabilizzare lo zucchero nel sangue, aumentare la perdita di peso, sopprimere l'appetito e persino aiutare a mantenere il tuo corpo idratato per tutto il giorno. Mettili tutti insieme e hai un superfood che combatte l'infiammazione. Secondo uno studio dell'European Journal of Clinical Nutrition, sono state trovate pagnotte di pane integrate con dosi crescenti di semi di chia per ridurre i picchi di zucchero nel sangue in modo dose-dipendente. Picchi di zucchero nel sangue post-consumo sono stati implicati nel causare aumenti dell'infiammazione a causa della sovrapproduzione di radicali liberi infiammatori chiamati specie reattive dell'ossigeno (ROS). Adatta i semi di chia nella tua dieta in una di queste 45 migliori ricette di budino di Chia per perdere peso!

ananas

L'ananas contiene bromelina, l'enzima che agisce come un batticarne e un potente anti-infiammatorio. Ciò che i ricercatori hanno notato è che molti cibi anti-infiammatori agiscono non necessariamente riducendo l'infiammazione direttamente, ma alleviando i sintomi che possono alla fine causare l'infiammazione. La bromelina è risultata benefica nel ridurre i sintomi asmatici diminuendo la diffusione dei metaboliti proinfiammatori e alleviando l'infiammazione post-esercizio aiutando a riparare e risolvere i dolori muscolari attraverso i suoi significativi livelli di potassio. Mentre tutte le parti dell'ananas contengono questo composto magico, la maggior parte della bromelina nell'ananas è nella radice. Poiché il gambo è un po 'duro, puoi mescolare o spremere il core con la polpa più dolce per raccogliere i benefici del battitore. Provalo nel nostro frullato Pina Colada, è una delle nostre 15 idee per la colazione a 5 ingredienti.

Spinaci

Gli spinaci attaccano l'infiammazione da tutti i lati. È ricco di carotenoidi e vitamine C, E e K, tutti elementi che proteggono il corpo dalle citochine proinfiammatorie. Una forma di vitamina E chiamata alfa-tocoferolo ha dimostrato di ridurre l'infiammazione in pazienti con malattia coronarica in uno studio dell'American Journal of Clinical Nutrition . E in uno studio separato nel Canadian Journal of Surgery, è stata trovata la somministrazione di vitamina E per invertire i livelli degli stessi composti infiammatori adipochinici rilasciati dal grasso della pancia: fattore di necrosi tumorale-a e interleuchina-6.

Cereali integrali

Riso integrale, quinoa, miglio e amaranto sono tutti ricchi di fibre che aiutano a produrre butirrato, un acido grasso che spegne i geni legati all'infiammazione e alla resistenza all'insulina. L'alto contenuto di vitamina B dei cereali integrali (che è quasi completamente perso durante il processo di raffinazione) aiuta anche a ridurre l'ormone infiammatorio omocisteina nel corpo. Non solo, ma gli alimenti ricchi di fibre sopprimono anche l'appetito. Secondo un team di ricercatori internazionali, una molecola chiamata acetato viene rilasciata naturalmente quando la fibra viene digerita. L'acetato quindi viaggia verso il cervello, dove ci segnala di smettere di mangiare. E se mangi di meno, hai meno probabilità di assumere più cibi pro-infiammatori.

Uova

Oltre a tenere a bada le ossa fragili, la vitamina D respinge anche la depressione e il raffreddore, riduce il rischio di alcuni tumori e, cosa forse più importante, diminuisce l'infiammazione. La ricerca precedente ha trovato una correlazione tra la carenza di vitamina D e l'aumento dei livelli di marcatori pro-infiammatori. Mentre il tuo corpo produce D ogni volta che la tua pelle è direttamente esposta alla luce solare, se hai trovato che sei incollato alla tua scrivania più spesso di quanto vorresti, potrebbe essere meglio assumere della vitamina D nella tua dieta e le uova intere sono un'ottima soluzione. Il tuorlo contiene una quantità di sostanze nutritive e nutrienti che aumentano la salute, dalla vitamina D alla colina che brucia grassi.

aglio

C'è ora la scienza per sostenere i benefici puzzolenti e friabili dell'aglio. I ricercatori ipotizzano che il potere combattivo del freddo dell'aglio provenga dall'allicina composta, che blocca gli enzimi che svolgono un ruolo nelle infezioni batteriche e virali. In termini di risposta infiammatoria, una revisione degli agenti anti-cancro in chimica farmaceutica ha spiegato che l'estratto di aglio invecchiato è stato trovato per stimolare favorevolmente le proteine ​​anti-infiammatorie, sopprimendo i marcatori infiammatori in ambienti di infiammazione cronica. Assunzione di un supplemento di aglio invecchiato fornisce la più alta concentrazione di composti biodisponibili, ma gli studi hanno anche dimostrato che l'aglio fresco può fornire benefici sottili. Basta essere sicuri di schiacciare l'aglio prima di dare il via alla produzione del composto di allicina bioattiva: è solo uno dei nostri 20 modi per aumentare il contenuto nutritivo del tuo cibo.

Ostriche

Willow Jarosh, RD, ci dice, "I nutrienti sani come il rame aiutano a mantenere le risposte anti-infiammatorie e antiossidanti nel corpo." Questo perché il minerale essenziale agisce come un cofattore critico nelle risposte anti-infiammatorie del corpo. L'enzima superossido dismutasi (SOD) svolge un importante ruolo antiossidante nella disattivazione dei radicali liberi dannosi per le cellule. E per funzionare correttamente, utilizza il supporto di tre minerali: rame, zinco, manganese. E indovina cosa? Le ostriche sono piene di tutte e tre. Oh, per non parlare, sono anche una grande fonte di omega-3 quarr per l'infiammazione.

kamut

C'è un nuovo superfood in città, e il suo nome è kamut o grano Khorasan. Questo antico cereale vanta più proteine ​​gram-per-grammo rispetto alla quinoa, è caricato con minerali che proteggono i muscoli, come il magnesio, il potassio e il ferro, e contiene 7 grammi di fibra per fame. La sublimazione della carne per alimenti vegani a base vegetale è ottima per ridurre l'infiammazione perché le proteine ​​animali sono una delle principali fonti di grassi saturi infiammatori. Inoltre, uno studio pubblicato sull'European Journal of Clinical Nutrition ha scoperto che mangiare kamut riduce i livelli di citochine: composti che causano infiammazioni in tutto il corpo.

Yogurt

Coltivare un giardino intestinale adeguato è essenziale per una buona salute, in particolare quando si tratta di combattere l'infiammazione. Questo perché i tuoi buoni insetti intestinali abbattono i cibi in acidi grassi anti-infiammatori che non solo riducono l'infiammazione ma possono anche aiutare a bloccare i geni grassi. E quando non sono in salute, non possono farlo. L'aggiunta di alimenti coltivati, fermentati, noti come probiotici, nella tua dieta può ricolonizzare l'intestino con microbi benefici, che possono quindi aiutare a respingere l'infiammazione. Lo yogurt a basso contenuto di zuccheri (con colture attive dal vivo) è una delle fonti più accessibili di probiotici, ma puoi anche mangiare kefir, crauti, sottaceti, kimchi e formaggio.

Mele

Affinché i tuoi sforzi probiotici abbiano successo, devi anche incorporare cibi conosciuti come prebiotici nella tua dieta. Questo gruppo di cibi ricchi di fibre fornisce ai vostri insetti intestinali il carburante che usano per funzionare e fermentare. Le bucce di mela sono piene di pectina, una fibra di frutto naturale che uno studio pubblicato sulla rivista Anaerobe ha scoperto essere abbastanza potente da supportare la crescita dei batteri benefici Bifidobacteria e Lactobacillus . Per non parlare, le bucce di mela forniscono anche una media di 10 mg di quercetina, un antiossidante antiinfiammatorio che aumenta la resistenza. Dai da mangiare ai tuoi insetti con più cibi ricchi di fibre controllando questi 15 alimenti prebiotici per una migliore salute dell'intestino.

Noccioline

Sebbene non siano forti come gli omega-3 a base animale, il DHA e l'EPA, le noci (in particolare le noci) sono una grande fonte di un omega-3 anti-infiammatorio a base vegetale noto come ALA. Le mandorle sono una delle migliori fonti di vitamina E antiossidante, che aiuta a proteggere le cellule dal danno ossidativo (un sottoprodotto dell'infiammazione) e le nocciole contengono la più alta quantità di acido oleico immuno-protettivo.

Tonno bianco in scatola

Secondo uno studio del 2016 pubblicato sull'American Journal of Clinical Nutrition, l'omega-3 più efficace quando si tratta di ridurre i marcatori specifici dell'infiammazione è il DHA rispetto all'EPA. Quindi, come si ottiene più del grasso potente nella vostra dieta? È facile (ed economico), basta prendere una lattina di tonno skipjack leggero (preferiamo questa marca), che è una delle migliori fonti di acido grasso bioattivo.

Rosmarino

Non è solo un punto fermo quando stai marinando il tuo pollo al limone; questa erba saporita è anche un potente anti-infiammatorio grazie alla sua alta concentrazione di composti antiossidanti. (Infatti, vedrai spesso "estratto di rosmarino" elencato nei tuoi prodotti naturali trattati come conservante antiossidante.) Gli scienziati ritengono che l'attività antinfiammatoria derivi dalla presenza di acido carnosico e di carnosolo, due composti polifenolici presenti nel rosmarino che uno studio pubblicato sulla rivista BMC Complementary and Alternative Medicine scoperto potrebbe inibire efficacemente la produzione di citochine pro-infiammatorie.

Brodo d'osso

Non ignorare il brodo osseo come solo un'altra mania per la salute: ci sono solide prove a sostegno del suo giusto posto nella dieta. Per farlo, le ossa vengono lasciate a sobbollire in acqua per un lungo periodo di tempo, estraendo e abbattendo il loro collagene e altri nutrienti. Parte di questo materiale scomposto dalla cartilagine e dai tendini è la glucosamina (che potresti aver visto venduto come integratore per l'artrite e il dolore alle articolazioni). Secondo uno studio pubblicato sulla rivista PLoS One, quando gli adulti di mezza età in sovrappeso prendevano un integratore di glucosamina, erano in grado di ridurre i livelli di CRP (infiammazione dei biomarker) nel siero del 23% in più rispetto a quelli che non avevano assunto un integratore. Lo stock è anche pieno di aminoacidi anti-infiammatori (glicina e prolina) e gli ampi livelli di gelatina aiuteranno a ricostruire il rivestimento dell'intestino per aiutare ulteriormente i vostri microbi anti-infiammatori intestinali.

Olio di cocco

Uno dei benefici meno noti dell'olio di cocco è che è un potente cibo anti-infiammatorio. I grassi trovati nell'olio di cocco vergine spremuto a freddo pullulano di proprietà anti-infiammatorie, secondo uno studio pubblicato sulla rivista Pharmaceutical Biology . Un altro studio, pubblicato su Medical Principles and Practice, suggerisce che l'olio di cocco è probabilmente efficace solo nel trattamento dell'infiammazione acuta, ad esempio nel sito di un'infezione o di una lesione, piuttosto che nell'infiammazione cronica associata all'aumento di peso e ad altre malattie.

Miele grezzo

Se hai mai sofferto di indigestione dopo aver mangiato, hai familiarità con l'importanza degli enzimi di digestione. Ma c'è un altro gruppo di enzimi che è anche importante per la tua salute: gli enzimi proteolitici. Questi enzimi sono essenziali quando si tratta di modulare la risposta infiammatoria. Lo fanno aiutando a rompere le proteine ​​e i detriti cellulari e li eliminano per ridurre la risposta immunitaria e infiammatoria del corpo. Il miele crudo è una delle migliori fonti di questi enzimi perché, preparatevi, il miele è prodotto dalla saliva ricca di enzimi delle api. Numerosi studi sugli animali hanno trovato il miele efficace nell'alleviare i sintomi di malattie infiammatorie, come l'IBS. Bonus: il dolcificante è anche ricco di polifenoli anti-infiammatori, carotenoidi, antiossidanti e vitamine.

Miso

Il miso impacchetta un punzone anti-infiammatorio a due. Non solo è un alimento fermentato, il che significa che è ricco di composti probiotici che fermentano le fibre in composti anti-infiammatori, ma è anche fatto di soia. Cosa c'è di così speciale nella soia? Diversi studi hanno suggerito che gli isoflavoni di soia, composti che mimano gli estrogeni, potrebbero essere potenti anti-infiammatori. In effetti, una revisione degli isoflavoni pubblicata in un numero del 2016 della rivista Nutrients ha concluso che gli isoflavoni riducono l'infiammazione riducendo le attività pro-infiammatorie degli enzimi e delle citochine. Spieghiamo perché diamo la soia fermentata all'A-Ok nel nostro rapporto esclusivo: 14 cose che accadono al tuo corpo quando mangi la soia.

Raccomandato
  • ricette: 30 comuni ringraziamenti di cucina che puoi evitare

    30 comuni ringraziamenti di cucina che puoi evitare

    Per generazioni, la cena del Ringraziamento è stata come il Super Bowl per i cuochi casalinghi. Tuttavia, con meno persone che cucinano regolarmente a casa - uno studio del Journal Nutrition che ha rilevato che, confrontando il 1965 al 2007, il 30% di pasti in meno sono cotti in casa - e hack semi-fatti in casa come i kit pasto in aumento, il cibo più grande la festa dell'anno è diventata più simile alle Olimpiadi. Me
  • ricette: Il trucco numero 1 per fare sempre le uova strapazzate migliori

    Il trucco numero 1 per fare sempre le uova strapazzate migliori

    Non c'è niente di più edificante di vedere un piatto dorato di uova strapazzate leggere e soffici quando ti svegli al mattino. Ma la biforcazione in un mucchio di bontà clementina arriva con un po 'di tecnica e conoscenze culinarie. Per iniziare, avrai bisogno di uova di alta qualità. Raccomandiamo di scegliere le uova di grado AA perché hanno i rapporti migliori tra i bianchi spessi ei tuorli arrotondati. Qui
  • ricette: 10 ricette per pentole più appuntate del 2017

    10 ricette per pentole più appuntate del 2017

    Quando le temperature iniziano a precipitare e la luce del giorno diventa scarsa, tendiamo a cercare conforto nei nostri vasi di coccio. Dopotutto, queste macchine magiche offrono pasti deliziosi con una preparazione e una pulizia minime sulle nostre parti, permettendoci di trascorrere del tempo accoccolati sul divano piuttosto che schiaffeggiarli in cucina
  • ricette: 6 Creative prende la ricetta classica Burger Turchia

    6 Creative prende la ricetta classica Burger Turchia

    La Turchia è uno scambio snellente e saziante per il manzo normale quando stai cercando di affacciarti senza compromettere la tua dose settimanale di hamburger. Un tortino di tacchino da quattro once, 93% magra, in appena 170 calorie e 21 grammi di proteine! Ma proprio come il pollo, il tacchino può a volte essere secco e deludente se non è ben stagionato o se è troppo cotto. Pe
  • ricette: 20 piatti del Ringraziamento che puoi fare senza una stufa

    20 piatti del Ringraziamento che puoi fare senza una stufa

    Il Ringraziamento è l'unico giorno dell'anno dedicato alla creazione di un pasto decadente da condividere con familiari e amici. Ma può anche essere uno dei giorni più stressanti dell'anno: la cucina diventa calda e affollata e il tuo piano cottura sembra troppo piccolo per cucinare tutto ciò che ti serve prima che arrivino i tuoi ospiti. Be
  • ricette: Ricetta Smoothie Spice Pumpkin

    Ricetta Smoothie Spice Pumpkin

    A differenza della zucca, molti di noi amano bere tutto l'autunno, questa deliziosa bevanda ha una zucca vera e propria - non aromatizzanti artificiali o tanto zucchero quanto una porzione di gelato - e può aiutare ad aumentare la combustione di calorie. Un terzo di purea di zucca pura fornisce proteine, fibre, acidi grassi omega-3 e il 16 per cento dell'apporto giornaliero raccomandato di vitamina C.
  • ricette: I 20 migliori ingredienti per perdere peso

    I 20 migliori ingredienti per perdere peso

    Ah, la stagione dei chili è alle porte. Temperature più fredde significano due cose: più partite di calcio e più chili. (Va bene, significa anche che abbiamo finalmente bisogno di ritirare la nostra giacca di jeans per la stagione.) Ma molti condimenti a base di peperoncino possono essere una vera e propria mina terrestre per i vostri sforzi snelliti. Co
  • ricette: 10 fantastici piatti a base di uova da preparare per la cena

    10 fantastici piatti a base di uova da preparare per la cena

    Le uova dovrebbero essere gustate in qualsiasi momento del giorno, come a cena, quando sei assetato di un piatto proteico che ti riempie senza riempirti. E ci sono molti altri modi per mangiarli oltre che strapazzati e serviti con una parte di pane tostato. Abbiamo trovato 10 piatti di uova incredibili, ricchi di proteine ​​di tutto il web, perfetti per il tuo pasto di fine giornata. E
  • ricette: 15 gustose idee per mangiare yogurt greco

    15 gustose idee per mangiare yogurt greco

    Ci sono solo tanti parfait di yogurt, noci e bacche che una persona può mangiare prima che impazziscano. Ok, è un po 'esagerato, ma possiamo scommettere che molti dei mangiatori di yogurt americani soffrono di un grave caso di stanchezza del gusto. Sono semplicemente annoiati con gli yogurt al gusto di frutta e frutta che sono stati clienti abituali nella loro ciotola per la colazione per anni.

Scelta Del Redattore

Non crederai mai quale verdura preferita dall'America

Anche se solo una persona su dieci riceve la quantità giornaliera raccomandata di verdure, pensiamo ancora che gli americani abbiano un favorito definitivo. In preparazione per il National Eat Your Vegetables Day di quest'anno, che cade il 17 giugno, Green Giant ha intervistato circa 4000 americani per scoprire quale classifica è la numero uno.